Affitti, torna il contante

Il dipartimento del Tesoro fa marcia indietro sull’obbligo di pagare con assegno e bonifico il canone degli affitti abitativi.
Il contante può essere usato senza rischiare sanzioni fino a 999,99 euro.

A introdurre il divieto di usare il contante per le locazioni abitative – per qualsiasi importo – è la legge di stabilità (legge 147/2013, articolo 1, comma 50). Un divieto più severo di quello “generale” previsto dalla normativa antiriciclaggio, per cui l’obbligo di pagamento con mezzi tracciabili scatta solo da 1.000 euro in su.

La nuova norma è entrata in vigore il 1° gennaio 2014, ma ora il dipartimento del Tesoro (vedi allegato) inverte la rotta e cancella l’obbligo in via interpretativa.

Vedi allegato

Invia un commento