USI CIVICI

diritti riconosciuti ai componenti di una Comunità di usufruire gratuitamente di determinati beni (pascolo, legnatico). La legge 1766/27 ha disposto l’instaurazione di rapporti enfiteutici (livellari) con cui i terreni gravati da usi civici sono passati nella libera proprietà dei legittimari con la possibilità degli stessi di affrancarli.
vedi: AFFRANCAZIONE

Invia un commento