ENEA: ecobonus 2018, online il nuovo sito per l’invio della documentazione

Attivo da ieri 3 aprile 2018 il nuovo sito ENEA, dedicato alla trasmissione telematica della documentazione necessaria relativa agli interventi di riqualificazione energetica degli edifici conclusi a partire dal 1° gennaio 2018, per poter usufruire delle detrazioni fiscali per gli interventi di riqualificazione energetica (ecobonus).

Il sito web consente l’invio delle dichiarazioni dovute all’ENEA esclusivamente a fronte dei lavori completati nel 2018.

Com’è noto ormai, la Legge di bilancio 2018 (Legge 27.12.2017 n. 205) ha integrato e modificato le condizioni di accesso ai benefici fiscali per l’efficienza energetica degli edifici, in relazione alle spese sostenute dal 1° gennaio al 31 dicembre 2018.

Sono state molte infatti le novità contenute nella finanziaria 2018 in relazione al cd. “pacchetto casa” e dal 1° gennaio 2018 è necessario inviare una comunicazione all’ENEA anche sui lavori di recupero del patrimonio edilizio, sul sisma bonus, sull’acquisto dia arredo e sull’ecobonus.

In attesa dei decreti attuativi che disciplinino tutte le modalità operative, recentemente, l’ENEA ha pubblicato sul suo sito una tabella che sintetizza gli interventi incentivabili e le aliquote che scaturiscono dalla nuova legge:

Come si evince dalla tabella, le principali novità riguardano la riduzione dell’aliquota di detrazione al 50% per:

interventi relativi alla sostituzione di finestre comprensive d’infissi,

  • schermature solari,
  • caldaie a biomassa,
  • caldaie a condensazione, che continuano ad essere ammesse purché abbiano un’efficienza media stagionale almeno pari a quella necessaria per appartenere alla classe A di prodotto prevista dal regolamento (UE) n.811/2013. Le caldaie a condensazione possono, tuttavia, accedere alle detrazioni del 65% se oltre ad essere in classe A sono dotate di sistemi di termoregolazione evoluti appartenenti alle classi V, VI o VIII della comunicazione della Commissione 2014/C 207/02.

Sono ammessi con la stessa aliquota del 65%, anche i micro-cogeneratori, per una detrazione massima consentita di 100.000 euro.

Fonti: Enea – Fisco e Tasse

Invia un commento